Marco Carta: «L’isola? Fatta per promuovere il disco»




Il 27 maggio verrà pubblicato per Warner Music Italy Come il mondo, il nuovo album di Marco Carta anticipato dal singolo Non so più amare. Rientrato dall’esperienza de L’isola dei famosi il cantante sardo torna al suo primo amore, la musica, ma con il cuore ancora in Honduras: “L’isola mi ha segnato molto umanamente, mi impegnerò per fare missioni umanitarie in quelle terre”, ha dichiarato presentando il disco alla stampa.

Marco Carta Come il mondo
Marco Carta, cover dell’album “Come il mondo”

Tanto abbronzato quanto dimagrito: così appare Marco Carta all’incontro con i giornalisti qualche giorno dopo la conclusione de L’isola dei famosi. E comprensibilmente affamato, tanto da spizzicare un tarallino tra una domanda e l’altra.

Questo è un momento importante per Marco, il cui ultimo disco di inediti – Necessità lunatica – risale al 2012: “Non ho mai perso la popolarità, ma da due anni a questa parte la gente mi chiedeva come mai non mi facessi più vedere in tv – spiega Carta – e questa cosa mi ha fatto pensare… In fondo la televisione è ancora oggi un mezzo molto forte ed è giusto sfruttarla. Ecco perché è arrivata l’isola”.

Lo sbarco del cantante a Cayo Paloma, dunque, non è stato dettato da motivazioni pseudo-spirituali, ma molto più concrete: “Non sono andato per ritrovare me stesso, ma per promuovere questo disco a cui stavo lavorando da 2 anni”, ammette candidamente Marco Carta. “L’isola però mi ha cambiato: pensavo di essere più debole e meno sensibile e soprattutto di essere più autonomo, invece mi sono mancati molto i miei affetti. Per questo ho deciso che sprecherò meno tempo nella vita e raggiungerò la mia famiglia ogni volta che sarà possibile”.

Benché il nuovo progetto discografico sia nato quando l’idea del reality di Canale5 era ancora lontana, in qualche modo l’isola entra in alcuni brani, come la title track“‘Come il mondo’ parla di cose negative, eppure il mondo è pieno di cose belle e me ne sono reso conto ancora di più all’isola. ‘L’ultima cosa vera’ associa invece la musica al mondo: ha un linguaggio così forte che va oltre qualsiasi razza e orientamento”.

Se a livello testuale nell’universo “cartiano” cambia ben poco, con la quasi totalità dei brani firmati Camba-Coro, la dimensione sonora si apre al pop-rock, come spiega il diretto interessato: “‘Amici’ mi ha improntato molto alle ballad pop perché era quello che il pubblico voleva da me, ora però sento di dover dare anche un’altra sfaccettatura della mia personalità. Ho sperimentato sonorità pop-rock a partire dal singolo ‘Splendida ostinazione’ (2014, disco di platino, ndred è andata bene”.

Nell’immediato futuro di Marco Carta c’è la promozione di Come il mondocompreso un radio tour per conquistare anche quelle emittenti riluttanti a trasmettere la sua musica, e – forse – un tour teatrale in autunno. Non da ultimo, l’esigenza di scrivere cose nuove venuta a galla proprio grazie all’esperienza de L’isola dei famosi: “Devo scrivere adesso che quelle emozioni si stanno ancora agitando in me. Ho già preso nota di alcune cose”, conclude.

Dal 27 maggio Marco Carta incontrerà i fan negli store delle principali città italiane. Queste le prime date confermate a cui si aggiungeranno presto altri appuntamenti: 28 maggio all’Entertainment Center 45° Nord a Moncalieri (TO); il 30 maggio al Mediaworld  (Shopping Center Shopville) a Casalecchio di Reno (BO); il 31 maggio allo Shooping Center le Due Torri a Stezzano, l’1   giugno al Mediaworld (Shopping Center Predda Niedda) a Sassari, il 2 giugno al Centro Commerciale Pratosardo a Nuoro e il 10 giugno al Centro Commerciale Parco Leonardo a Fiumicino (RM).

 

Emanuele Corbo




2 pensieri su “Marco Carta: «L’isola? Fatta per promuovere il disco»”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *