J Balvin Sanremo 2016

J Balvin: «Ecco perché il mio reggaeton piace tanto»




Uno dei primi tormentoni del 2016 è sicuramente Ginzail singolo della superstar colombiana J Balvin che sta facendo ballare il mondo intero. 16 settimane consecutive al #1 dalla Latin Chart di Billboard, già disco d’oro in Italia, il brano è approdato venerdì scorso sul palco del Festival di Sanremo, dove J Balvin ha fatto la sua prima apparizione italiana. In attesa dell’album previsto per maggio/giugno 2016, PopSoap ha incontrato l’artista all’indomani della performance al Teatro Ariston per cercare di capire i motivi dietro il successo del suo reggaeton.

Com’è stato esibirsi sul palco di Sanremo?
Fantastico, desideravo davvero tanto essere lì, il pubblico italiano ascolta la mia musica ma non sapeva che faccia avessi, quindi volevo che associasse un volto al mio brano. Sanremo è la migliore porta attraverso cui potessi passare, perché bisogna cantare live ed è in queste occasioni che la gente si rende conto se vali o no.

Storicamente il reggaeton è spesso malvisto, pensi di poter far cambiare questa prospettiva con la tua musica?
In realtà la stiamo già cambiando, io voglio portare il reggaeton ad un livello pop. Tutti ascoltano questa musica: chi non capisce ciò che diciamo sente il vibe, tutti gli altri invece possono divertirsi godendosi anche le parole. Voglio che chi ascolta la mia musica, padri e figli compresi, sia a proprio agio ovunque. Stiamo puntando al mainstream, ecco perché ho lavorato con Justin Bieber, Ariana Grande e i Maroon5. E altre cose accadranno perché voglio continuare a portare avanti questo crossover.

Secondo te che cosa piace tanto del reggaeton?
Il fatto che trasmette tante sensazioni: fa sentire felici, dà voglia di muoversi… Magari in Italia non tutti capiscono ciò che dico però avvertono la buona energia di quel che faccio.

In genere i contenuti insistono molto sul sesso…
I miei testi invece sono sexy, non sono sessuali, parlano di vita: è una musica per tutti.

Quali artisti ci sono nel tuo iPod?
Naturalmente i grandi esponenti del reggaeton come Daddy Yankee, ma anche Drake, Justin Bieber, Pharrell Williams, Kanye West, Rihanna…

Che cosa pensi di Anti, l’ultimo album di Rihanna che sta dividendo i fan?
È diverso dal solito, ma amo il singolo Work, penso funzioni davvero, ha qualcosa di reggaeton e ha un buon vibe. Mi piace l’album, lo sto ascoltando da quando è uscito. Amo Rihanna, con lei sai che ogni disco sarà diverso dal precedente.

E della musica italiana?
In Colombia ascoltiamo Eros Ramazzotti, Laura Pausini, Jovanotti, Tiziano Ferro: rispettiamo molto ciò che fanno. Ho sentito parlare anche di Clementino dato che siamo della stessa casa discografica. Non sarebbe male fare qualcosa insieme!

 

Emanuele Corbo




Un pensiero su “J Balvin: «Ecco perché il mio reggaeton piace tanto»”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *