Deborah Iurato: «In tour per cantare la forza delle donne»

Deborah Iurato, cover dell'album "Libere"
Deborah Iurato, cover dell’album “Libere”

La vincitrice della scorsa edizione di Amici, Deborah Iurato, ha dato il via al suo primo vero tour nei teatri italiani. Per il debutto dello scorso 15 marzo a Milano la cantante però non era da sola, e ha voluto accanto a sé sul palco ospiti importanti: Loredana Bertè, Rocco Hunt Giovanni Caccamo, trionfatore di Sanremo 2015 nella categoria ‘Nuove Proposte’. PopSoap ha intervistato la giovane artista che si prepara a incantare i propri fan al Teatro Palazzo di Bari sabato 21 marzo e all’Auditorium Parco della Musica di Roma il 22 marzo. Deborah Iurato in concerto propone i brani tratti dal suo omonimo EP – recentemente certificato disco di platino – e dall’ultimo album Libere uscito a novembre per Sony Music.

Pochi giorni fa ti sei esibita a Milano: un bilancio del concerto?
Fantastico! È stata una forte emozione sia prima che durante, non lo nego. Un’esperienza pazzesca. Sono emozioni che non si possono spiegare, a maggior ragione quando sai che sul palco sali tu ma anche ospiti come Loredana Bertè, Rocco Hunt e Giovanni Caccamo.

La prima cosa che hai fatto scesa dal palco?
Sono andata nella hall del teatro e ho firmato gli autografi e fatto tutte le foto che i fan mi hanno chiesto.

Prima hai citato Giovanni Caccamo, siculo come te. Secondo te che qual è la carta vincente dei siciliani visto che nell’ultimo anno tutti i talent sono stati vinti da voi?
Non lo so, forse questo è il periodo fortunato della Sicilia (ride, ndr). Con Giovanni c’è una bellissima amicizia, non c’è competizione quindi è bello condividere il palco con lui.

A Roma invece ospiterai Fiorella Mannoia, che da un anno a questa parte ti sta dimostrando il suo sostegno. Che rapporto si è instaurato tra di voi?
Con Fiorella c’è un bellissimo rapporto di amicizia nato il giorno dopo che ho vinto Amici, quando l’ho sentita al telefono. Tutt’ora mi segue, mi sta vicina su ogni fronte, anche sul fatto di stare a dieta, mi tiene sempre d’occhio e io cerco di prendere tanto da lei. Per esempio sono stata al concerto che ha tenuto a Milano: mi piace osservarla e ascoltarla. È bello il legame che si è creato, se ho bisogno di qualcosa le mando un messaggio e lei risponde subito.

Per le prossime tappe puoi svelarci già qualche altro ospite?
A Bari saranno con me sul palco Giovanna e Vincenzo, il ballerino che ha vinto la categoria danza nella mia edizione di Amici. Siamo rimasti talmente in buoni rapporti che avevo il piacere di portarli in una tappa del tour.

Il tuo primo EP è appena diventato disco di platino: che cosa si prova a raggiungere un simile traguardo in meno di un anno di carriera?
È straordinario, un anno e mezzo fa andavo a comprare i dischi di artisti che mi piacevano, ora fa uno strano effetto entrare in un negozio e vedere la propria faccia accanto al disco dei Queen o di Laura Pausini. A maggior ragione quando riesci a raggiungere traguardi così importanti la cosa che dà più soddisfazione è capire di essere apprezzata dal pubblico che compra il tuo disco. Quel che dico sempre è che spero di non deludere mai nessuno.

Il tuo nuovo singolo è Libere, che dà il titolo all’intero album. Presentaci la canzone in relazione all’intero progetto.
Ho voluto dare un nome importante all’album perché ci tenevo a trasmettere un messaggio a tutte le donne. A loro è dedicato questo disco: tante volte non ci sentiamo apprezzate da noi stesse e dalla gente che ci sta intorno. Tutti dicono che la donna è il sesso forte, io penso che la donna sia forte e basta, è solo questione di riuscire a tirare fuori la forza che sta dentro di noi, anche con l’aiuto di chi ci circonda e della propria determinazione. Io ci sono riuscita e ora voglio condividere questo risultato con tutte le donne.

In occasione della festa dell’8 marzo hai regalato ai tuoi fan il brano L’amore non è. Di che cosa parla?
Questa canzone spiega un po’ la mia storia. Il significato è che noi donne siamo libere di scegliere, di prendere delle decisioni e, se è il caso, denunciare un abuso subito.

Se avessi partecipato ad Amici quest’anno, in che squadra ti sarebbe piaciuto stare? Con Emma o con Elisa?
Non saprei dirtelo, per tutti gli anni che ho seguito Amici il mio desiderio era di far parte della squadra bianca, non so perché ma mi piaceva. Però quest’anno sarei stata in difficoltà dato che c’è Elisa come coach. Sia lei che Emma sono persone con tanta forza, grinta e amore per quello che fanno.

Si parla della Bertè come giudice, che ne pensi?
Loredana ha fatto la storia della musica italiana, quindi i ragazzi dovrebbero essere molto onorati di averla come giudice. Se davvero ci fosse, io sarei molto felice, è una bellissima persona ed è la numero uno!

Photo Credit: Alessandra Tisato

Emanuele Corbo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.