Mario Arici news

Mario Arici presenta “Love Is Only Tears”




Il producer italiano Mario Arici ha pubblicato, in featuring con il cantante jazz-house Bjorn Maria, un nuovo singolo dal titolo Love Is Only Tears su etichetta Ogopogo Records. Un brano che spazia tra la deep house e il pop elettronico, con suoni freschi e solari. L’artista, con un’esperienza di 13 anni nel campo della musica elettronica, ha voluto esprimere con questo pezzo la sua identità e il suo personale modo di fare musica. A PopSoap Mario Arici ha presentato Love Is Only Tears.

Mario Arici Love Is only Tears
Mario Arici, cover del singolo “Love Is Only Tears”

Com’è nata Love Is Only Tears?
La canzone è nata in un periodo particolare della mia vita, il classico momento in cui i sentimenti infranti fanno scaturire in noi artisti idee che spesso non si riescono ad esprimere.

Questo brano rappresenta una maggiore apertura al pop rispetto alle tue produzioni passate?
Onestamente non penso di poter definire la canzone pop, sicuramente abbiamo voluto rendere il singolo più radiofonico, ma quando usciranno a settembre le altre versioni ascoltandole potrete rispondervi da soli.

È la strada che pensi di seguire anche prossimamente?
Preferirei di no, ma non posso esserne certo.

Perché hai scelto proprio Bjorn Maria per questo pezzo?
Ho scoperto Bjorn tramite un amico, e dopo aver sentito alcune sue collaborazioni ho pensato subito potesse esser il giusto compromesso per dare al brano una punta di vocal Chicago house.

Quanto spazio c’è per il genere che fai tu in Italia e come pensi venga percepito?
Purtroppo in Italia questo genere non ha una considerazione adeguata, chi ha già avuto l’occasione di sentire il brano lo definisce interessante, ma purtroppo non è sufficiente per poter esser considerato all’altezza delle radio. Spero proprio che pian piano possano lanciare anche questi generi un po’ più “club”.

Si è da poco chiusa l’edizione 2016 del Nameless Music Festival: è un palco su cui ti piacerebbe suonare vista anche la possibilità di confronto con giovani talenti italiani e grandi nomi internazionali?
Ben vengano i festival in Italia, ma non credo che mi ci vedrei, è troppo mainstream. Anche se è sicuramente uno dei festival più in voga e importanti in questo momento.

I tuoi piani lavorativi per l’estate?
Questa estate ultimerò altri dischi già in cantiere, posso anticiparvi che le mie prossime produzioni saranno cantate da una ragazza, le cui caratteristiche sonore si sposano molto bene con le mie nuove creazioni. Sentirete.

 

Emanuele Corbo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.