Hoodie Allen: «Per la musica ho lasciato il posto fisso a Google»

Hoodie Allen, cover dell'album "People Keep Talking"
Hoodie Allen, cover dell’album “People Keep Talking”

Martedì 31 marzo è stato pubblicato per Warner Music People Keep Talking, album d’esordio di Hoodie Allen, giovane artista che dal 2009 lavora in maniera indipendente nel mondo della musica, riuscendo a piazzare un EP – All American (2012) – al numero 1 di iTunes negli Stati Uniti il giorno stesso dell’uscita e al decimo posto della Top200 di Billboard. Il successo di questo mini lavoro e di altri mixtape pubblicati in precedenza in maniera gratuita per i fan, gli ha permesso di esibirsi dal vivo in numerosi concerti e di arrivare finalmente a pubblicare un disco con una major. PopSoap lo ha incontrato in occasione della tappa milanese di promozione dell’album.

People Keep Talking contiene 16 brani che si muovono tra strofe tecnicamente molto compatte, l’eleganza del soul vecchia scuola, lo swing jazz e un innegabile appeal pop: la stessa miscela musicale che lo contraddistingue fin dal suo esordio. “Volevo dare vita a uno stile che affondasse le sue radici nell’hip-hop, nel pop e nel soul e che riuscisse a combinare tutto quello che amo” – spiega il giovane rapper – “Il flow e i giochi di parole sono importanti tanto quanto gli hook. Ho puntato a fare un album che fosse coerente dal punto di vista del suono e della storia. Tutti i brani contribuiscono alla narrazione, ma tutti stanno anche tranquillamente in piedi da soli presi singolarmente”.

Hoodie giustifica così il titolo dell’album: “Soprattutto da musicista, ricevi un feedback immediato sui social media. Volevo rimanere fedele all’idea e al messaggio che dovresti fare quello che ti rende felice e seguire le tua passioni, e non importa se gli altri ti sostengono o meno. A prescindere dal fatto di essere amato o odiato, fai quello che devi e sii sincero con te stesso”.

Lui sa bene che cosa vuol dire seguire le proprie passioni, dal momento che nel 2010 ha lasciato un posto di lavoro sicuro a Google per tuffarsi nel mondo delle sette note“Non ci sono stato molto, ma ho imparato qualcosa a livello di marketing che mi è servito per gestire la mia carriera in modo indipendente” afferma. I suoi genitori all’inizio erano preoccupati per questo cambio di rotta, anche se Hoodie ci confida: “Per loro era importante che mi diplomassi, poi quando hanno visto che le cose con la musica iniziavano ad andare bene si sono tranquillizzati, e ora mi supportano”.

Tra i suoi sostenitori c’è anche un amico speciale, tale Ed Sheeran. I due hanno collaborato per il primo singolo estratto dall’album di Hoodie Allen, All About It, in radio dallo scorso 27 febbraio. “Siamo amici da 3 anni. Eravamo entrambi a New York e spesso uscivamo a bere qualcosa in compagnia. Un giorno ci siamo detti: ‘Perché non entriamo in studio insieme?’, ma non sapevamo che ne sarebbe uscito un brano per il mio album; è stato tutto molto spontaneo”. 

All About It è anche un videoclip in cui i due artisti interpretano dei supereroi e come ci ha detto Hoodie: “L’abbiamo girato a Toronto il giorno dell’ultima data del tour nord americano di Ed. A lui non piace comparire nei video, ho dovuto convincerlo e ho voluto che la gente lo vedesse come è nella vita reale, divertente e spiritoso”. 

L’agenda di Hoodie Allen è fitta di impegni per promuovere People Keep Talking, e da metà giugno a metà agosto sarà in tour negli Stati Uniti con i Fall Out Boy Wiz Khalifa.

 

Photo Credit: Matty Vogel

Emanuele Corbo




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.