Jack Savoretti, uscito l’album “Written In Scars”

Da quest’oggi è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming Written In Scars (BMG) il nuovo disco del giovane cantautore londinese di origine italiana Jack Savoretti. Il disco è stato anticipato dal singolo Home, in rotazione in tutte le radio già da questo gennaio.

Written In Scars è un viaggio introspettivo, il racconto intimo di una presa di coscienza, di una maturazione.  Un percorso preciso come un cerchio che si apre sulle note malinconiche del brano Back To me per arrivare alla risoluzione e alla rinascita con Fight ‘till the end, il brano di chiusura o come dice Jack Savoretti stesso: “Il lucchetto che chiude la scatola e raccoglie la summa di tutto ciò che ho voluto raccontare nel disco”. Nel cuore dell’album le considerazioni private e intime sulla propria esistenza,  sui luoghi che abitano lo spazio indefinito e labile del diventare adulti, mantenendo sempre uno sguardo attento allo sfondo sociale e politico attuale. Tra queste canzoni il cantautore italo-inglese ha voluto inserire una sua interpretazione di Nobody ‘cept you, un brano poco conosciuto di Bob Dylan, uno dei suoi autori di riferimento.

Le undici canzoni del disco segnano sicuramente uno dei punti più alti della carriera di Jack Savoretti. I presupposti sono chiari: ritmiche contagiose e arrangiamenti curati nei minimi dettagli. L’impianto armonico dei brani è costruito su uno sfondo blu malinconico che è contemporaneamente contrastato dalla grinta delle chitarre e dal groove della sezione ritmica. In primo piano c’è la simbiosi tra la chitarra acustica e la voce ruvida di Jack Savoretti inserite in un vestito sonoro innovativo frutto di una notevole ricerca musicale.

«Molti dei brani sono stati scritti insieme a Sam Dixon, che è il produttore musicale di Adele e il co-autore principale di Sia» commenta Jack Savoretti. «Ho scritto anche con Matt Benbrook che ha lavorato con Jake Bugg e Faithless e per finire, naturalmente, ho scritto con il mio chitarrista Pedro Vito e Seb Sternberg (già al fianco di Pedro in diverse produzioni). Ho preso ispirazione da tutti loro».

A proposito del titolo del disco, l’artista ha dichiarato: «Le cicatrici a cui faccio riferimento sono le decisioni giuste e sbagliate che ho preso e che non scorderò mai».

Written In Scars è disponibile in digitale in versione deluxe arricchita da tre versioni acustiche dei brani Home, Back to me The Other Side Of Love e del brano Fall frutto della collaborazione con il cantautore italiano Zibba.

Domani, mercoledì 25 febbraio alle ore 21, Jack Savoretti salirà sul palco dell’Auditorium Flog di Firenze per l’anteprima del suo tour italiano che continuerà ad aprile a Treviso (17 aprile, New Age Club – Roncade); Trieste (18 aprile, Teatro Miela); Milano (22 aprile, Blue Note); Torino (23 aprile, Hiroshima Mon Amour); Genova (24 aprile, Teatro della Tosse); Salerno (26 aprile, Marte – Cava dei Tirreni) e Roma (28 aprile, Auditorium Parco della Musica) accompagnato dalla sua band The Dirty Romantics.

Emanuele Corbo




2 pensieri su “Jack Savoretti, uscito l’album “Written In Scars””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *