Archivi categoria: Step back in time

Kylie Minogue: 30 anni di Better The Devil You Know

«Va bene, ragazzina, ma tu che musica ascolti? Che tipo di canzone ti piacerebbe fare?»

Rispose così Pete Waterman ad una Kylie Minogue da poco 21enne quando, negli ultimi mesi del 1989, quest’ultima chiese al fondatore della sua prima casa discografica, la PWL Records, di avere un pizzico di coinvolgimento nel processo creativo dei propri album e singoli, fino ad allora scritti e prodotti da lui, da Mike Stock e da Matt Aitken mentre la cantante sedeva comoda in sala d’aspetto sorseggiando tè prima di essere chiamata in studio per incidere.

Continua la lettura di Kylie Minogue: 30 anni di Better The Devil You Know

Short Dick Man: la risposta dance dei 20 Fingers al machismo del rap

Era il 12 novembre del 1994 quando, dopo un saliscendi in Top 20 durato poco più di un mese, conquistava la prima posizione nella classifica dei singoli più venduti in Italia un brano dance dal titolo a dir poco eloquente: Short Dick Man del gruppo americano 20 Fingers

Continua la lettura di Short Dick Man: la risposta dance dei 20 Fingers al machismo del rap

Kylie: 25 anni fa ‘Confide In Me’ e la fase indie

Un maxi schermo diviso in 6 video screen dai colori accesi e cangianti e un numero telefonico fittizio, in sovraimpressione, attivo per chiunque abbia l’esigenza di confessare le proprie fantasie, angosce e debolezze a lei, Kylie Minogue, nei panni di un’invitante call girl televisiva che alterna look aggressivi e sadomaso a parvenze più eleganti e acqua e sapone, disponibile in 6 modalità diverse a seconda di ciò che le si vuole raccontare.

Continua la lettura di Kylie: 25 anni fa ‘Confide In Me’ e la fase indie

R. Kelly, le molestie e quel vago disagio di Britney Spears

È il 27 settembre del 2003, uno degli ultimi giorni trascorsi da Britney Spears a Roma, insieme alle colleghe Beyoncé e P!nk, per le riprese di un nuovo, mastodontico spot della Pepsi, girato a Cinecittà, nel quale le tre popstar interpretano la parte di gladiatrici che depongono le armi e incitano la folla a ribellarsi contro uno spietato imperatore (Enrique Iglesias) cantando We Will Rock You dei Queen con la supervisione di Brian May e Roger Taylor (entrambi presenti sul set per un cameo). 
Prima di tornare nella Grande Mela, il team della Spears indìce a sorpresa una conferenza stampa, volta ad anticipare l’uscita del quarto LP in studio della cantante, In The Zone, nonostante l’album non sia ancora ultimato.

Continua la lettura di R. Kelly, le molestie e quel vago disagio di Britney Spears

20 anni di ‘Music’: quando Madonna e Mirwais stravolsero le convenzioni

Eravamo a cavallo tra la fine del secondo millennio e l’inizio del terzo quando, con un party di lancio esclusivo organizzato presso il celeberrimo Jewel’s Catch One di Los Angeles nella notte tra il 18 e 19 settembre del 2000, Madonna svelava al mondo l’avvenirismo insito nella sua ottava meraviglia discografica: un album di (soli) 10 inediti, semplicemente intitolato Music, tramite il quale l’indiscussa Regina del pop precorreva ancora una volta tendenze e sonorità giudicate tutt’oggi all’avanguardia, riprese in maniera più o meno discutibile dalle nuove leve.  Continua la lettura di 20 anni di ‘Music’: quando Madonna e Mirwais stravolsero le convenzioni

Dieci anni di ‘X’, l’album incompreso di Kylie Minogue




Sui siti riservati alle aste online, dal 2007 ad oggi, si è spesso palesato un disco unico nel suo genere, dal valore prossimo al centinaio di sterline: si tratta di un CD promo tracciabile, sigillato in un comunissimo involucro di plastica morbida e trasparente, con un inserto illustrativo su cui compaiono degli avvisi al destinatario e una tracklist di 13 brani, attribuita ad una certa Karen Moss e al suo album X. Fu questo l’espediente con cui la Parlophone Records pensò bene di celare la vera identità di Kylie Minogue ad eventuali ’talpe’ quando il decimo disco della diva australiana venne spedito alle radio e alle redazioni britanniche, per scopi recensionistici, due settimane prima dell’uscita sul mercato, avvenuta il 26 novembre di dieci anni fa nel Regno Unito. Continua la lettura di Dieci anni di ‘X’, l’album incompreso di Kylie Minogue

Britney: 18 anni di “…Baby One More Time”




30 settembre 1998. È questa la data che ha cambiato il corso della musica pop a cavallo tra i due millenni. 18 anni fa, infatti, veniva pubblicato …Baby One More Time, singolo di debutto di Britney Spears da 10 milioni di copie nel mondo. Continua la lettura di Britney: 18 anni di “…Baby One More Time”

Kylie Minogue: “Get Outta My Way” compie 6 anni




27 settembre 2010. 6 anni fa Get Outta My Way di Kylie Minogue arrivava nei negozi di musica e negli store digitali come secondo singolo tratto da Aphrodite, l’undicesimo album di KylieNoi di PopSoap abbiamo ricostruito la storia che sta dietro questo brano e alcune ghiotte curiosità per tutti i fan della diva del pop. Continua la lettura di Kylie Minogue: “Get Outta My Way” compie 6 anni

Spice Girls: “Wannabe” compie 20 anni




È l’8 luglio del 1996 quando in Europa e in Oceania (l’America avrebbe aspettato fino al gennaio del ’97) viene pubblicato su etichetta Virgin Wannabe, primo singolo delle Spice Girls, la girl band per eccellenza e icona degli anni ’90. A distanza di 20 anni esatti che cosa rimane del gruppo che ha scritto un’importante pagina del pop della nostra giovinezza? Nostalgia. Solo tanta nostalgia. Continua la lettura di Spice Girls: “Wannabe” compie 20 anni