Archivi categoria: Interviste

Fabio Curto: «Dopo The Voice non si è voluto investire su di me»




Che fine ha fatto Fabio Curto, vincitore di The Voice of Italy 2015? Come i suoi predecessori, dopo l’EP di debutto con Universal realizzato per contratto, di lui si sono perse le tracce almeno fino a oggi. Il cantautore, infatti, è tornato con Via da qua (Marasco Comunicazione/Believe Digital) il singolo che segna la sua ripartenza nel mondo della discografia. Continua la lettura di Fabio Curto: «Dopo The Voice non si è voluto investire su di me»

Ilaria Porceddu: «Belle e intelligenti? In Italia non si può»




A 4 anni di distanza dal precedente lavoro In equilibrio, lo scorso 7 aprile Ilaria Porceddu ha pubblicato il suo terzo disco Di questo parlo io (LineaDue, distribuzione Pirames International), anticipato dall’ottimo singolo Sette cose. Continua la lettura di Ilaria Porceddu: «Belle e intelligenti? In Italia non si può»

Ylenia Lucisano: «Sperimento per trovare la mia strada»




Riverbero è il nuovo singolo di Ylenia Lucisano disponibile dallo scorso 17 marzo, pubblicato da Bollettino Edizioni Musicali e distribuito da A1 Entertainment. L’artista calabrese torna sulle scene  a 3 anni dal disco d’esordio Piccolo universo e dopo aver tentato con il brano Stanotte l’accesso a Sanremo 2017. Continua la lettura di Ylenia Lucisano: «Sperimento per trovare la mia strada»

Elodie: «Io, piccola guerriera che sbaglia e osa»




Si è fatta conoscere ad Amici, ha partecipato all’ultima edizione di Sanremo e ora è uscita con un disco di inediti prodotto da Emma Marrone. Nell’ultimo anno Elodie è cresciuta e grazie alle tante esperienze realizzate è diventata più consapevole. Non per questo, però, ha paura di osare e, coraggiosa, si mette in gioco: Tutta colpa mia (Universal Music) è il risultato di un percorso di crescita, fatto anche di tanti errori, che la cantante dai capelli rosa, però, rifarebbe ancora. Continua la lettura di Elodie: «Io, piccola guerriera che sbaglia e osa»

Bouchra: «Il mio inno per imparare ad amarsi»




Giovanissima (classe 1994), bellissima, ed è la nuova scommessa di Universal Music Italia: Bouchra, nata in Marocco ma cresciuta a Livorno, è tra gli esordienti da tenere d’occhio nel panorama pop. Al momento ha sfornato due singoli che si sono fatti strada sul web e in radio: il primo, Blanc ou Noir, è entrato nella Top10 viral di Spotify e nelle classifiche emergenti di Vevo, il secondo, Yallah, è un contagioso inno a superare le difficoltà quotidiane. Continua la lettura di Bouchra: «Il mio inno per imparare ad amarsi»

Emanuele Dabbono: «Tiziano Ferro mi ha riscoperto»




Deve la popolarità televisiva alla prima edizione di X Factor, ma il successo e la svolta professionale sono arrivati da poco, dopo quasi 20 anni di ininterrotto lavoro nel mondo della musica. Emanuele Dabbono, cantautore e polistrumentista genovese classe 1977, 4 album, un tour americano e 2 libri alle spalle, ha ritrovato nuova vita da quando Tiziano Ferro, sua vecchia conoscenza in tempi non sospetti, lo ha messo sotto contratto come autore. Continua la lettura di Emanuele Dabbono: «Tiziano Ferro mi ha riscoperto»

Francesca Maria: «Farei fare Zumba a Mariah Carey»

Regalerebbe a Mariah Carey (con cui ha lavorato) una tenuta da Zumba tutta piume e lustrini, ma nell’attesa che questa meravigliosa immagine diventi un giorno realtà, compare sulla prima pagina del Wall Street Journal. Lei è Francesca Maria, l’italiana che dalla ‘Grande Mela’, dove vive e lavora da anni, fa scatenare tutto il mondo a suon di hit da ballare durante dinamiche lezioni di Zumba Fitness. Continua la lettura di Francesca Maria: «Farei fare Zumba a Mariah Carey»

Marie and the Sun, nu-sol all’italiana




Pubblicato lo scorso ottobre in digitale, Marie and the Sun è l’omonimo EP d’esordio del duo composto da Giulia Magnani e Francesco Drovandi. Il loro sound sospeso tra pop, nu-soul ed elettronica trova la giusta amalgama tra la passione per la musica black e la voglia di sperimentare e farla propria in una chiave moderna senza dimenticare le proprie origini figlie di un certo cantautorato italiano. Continua la lettura di Marie and the Sun, nu-sol all’italiana

Wrongonyou: «Seguo il flusso e non oppongo resistenza»

Wrongonyou (pseudonimo di Marco Zitelli, romano di Grottaferrata, classe 1990) viene dal folk, ama alla follia John Frusciante e Justin Vernon, e dall’alto del suo metro e 92 centimetri sta conquistando, voce e chitarra, platee sempre più grandi ed esimi colleghi, come Niccolò Fabi che lo ha scelto in qualità di opening act del suo tour teatrale nell’estate 2016. Continua la lettura di Wrongonyou: «Seguo il flusso e non oppongo resistenza»

Antonio Maggio, ‘Amore pop’: «Oltre l’ironia c’è di più»




Lo abbiamo conosciuto come solista nel 2013, quando dal palco del Festival di Sanremo ha conquistato tutti con la teatralità dell’irresistibile Mi servirebbe sapere, singolo certificato disco d’oro che ha aperto la strada al primo album Nonostante tutto. Lo abbiamo ritrovato di nuovo ironico e scanzonato nel secondo lavoro L’equazione (2014). Ora l’ex Aram Quartet Antonio Maggio vuole ampliare lo spettro dei suoi colori musicali mostrando un altro lato di sé. Continua la lettura di Antonio Maggio, ‘Amore pop’: «Oltre l’ironia c’è di più»