Artù nuovo album

Artù presenta il disco “Tutto passa”




Artù, nome d’arte di Alessio Dari, ha consegnato al mercato lo scorso 27 maggio il nuovo album Tutto passa (Sony Music Italy), anticipato dal singolo Roma d’estate, in rotazione radiofonica dal 22 aprile. Il brano, che accosta la città eterna ad una donna di strada, è uno dei 10 inediti contenuti nel disco che con una certa malinconia, un filo di ironia e una buona dose di rabbia affronta tematiche legate alle difficoltà esistenziali, al malcontento sociale e alle ipocrisie di una società in cui la forma vince sulla sostanza.

Artù, Tutto passa
Artù, cover dell’album “Tutto passa”

“Da quando ho iniziato a fare musica alcuni mi hanno detto che imito Rino Gaetano. In realtà non mi rivedo in questo confronto, anche perché lui è troppo grande. Diciamo che abbiamo in comune l’amore per l’urlo di rabbia finale”, spiega Artù (la cui origine di questo nome d’arte non vuole rivelare) mentre imbraccia la sua chitarra davanti a un fiasco di vino sul prato dell’Ippodromo di Milano, luogo scelto per presentare il disco alla stampa.

Eppure quel suo modo di cantare così viscerale e poco accademico, il muovere le dita sulle corde della chitarra in maniera inconsapevole e molto istintiva non possono non portare alla mente i cantautori di qualche decennio fa. E sono loro, infatti, gli ascolti che hanno riempito le orecchie di Artù negli anni, e continuano a farlo tuttora: “Sono legato alla musica di Francesco De Gregori ad esempio – confida – e sono poco informato sulla scena attuale”.

Nessuna voglia dunque di seguire le mode, anche musicali, del momento. Le canzoni di Artù, infatti, prendono forma nei momenti più inaspettati, senza studio a tavolino. Così è nata anche Tutto passa, title-track che riassume il pensiero dell’artista: “Ho capito che le cose hanno valore proprio perché passano, non sono eterne. E questo vale per tutto, amore compreso”, ci spiega nel suo spiccato accento romano.

E proprio Roma, città natale tanto amata dal cantautore, non poteva mancare in questo nuovo progetto discografico. Nel singolo di lancio, Roma d’estate, la Capitale assume le sembianze di una meretrice: “Roma è così immensa e bella che nessuno riuscirà mai a possederla, però, certo, se la paghi magari ti concede qualcosa…” (ride, ndr).

 

Emanuele Corbo




Un pensiero su “Artù presenta il disco “Tutto passa””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *