Alvaro Soler Eterno Agosto

Alvaro Soler: «Con “Sofia” trasformo la tristezza in energia positiva»




Se l’estate scorsa pensavate ad Alvaro Soler come una meteora one hit wonder fareste bene a ricredervi. L’artista spagnolo, infatti, è tornato con il nuovo singolo Sofiae in Italia è già un successo. Da sette giorni al #1 di iTunes, top10 in radio e un video ufficiale ormai prossimo a 2 milioni di visualizzazioni, il bel cantante di El mismo sol pubblicherà il 15 luglio Eterno Agosto Italian Edition. Il disco, una ristampa dell’esordio discografico, conterrà brani inediti e – a detta sua – una sorpresa per il pubblico italiano. Duetto in arrivo con una star del nostro Paese? In attesa di saperne di più abbiamo incontrato nuovamente Alvaro Soler per scoprire qualcosa di più sulla canzone che si candida a hit dell’estate 2016. E non perdetevi l’esclusivo video messaggio che l’artista barcellonese ha registrato per PopSoap!

Alvaro Soler nuovo singolo Sofia
Alvaro Soler, cover del singolo “Sofia”

Sofia è la storia di un amore perduto, eppure musicalmente è molto spensierata. Come mai questo contrasto?
La vita è un equilibrio tra momenti brutti e belli, per cui mi è piaciuto il contrasto tra un testo triste che parla di una relazione passata e l’energia positiva della melodia. Questo per dire che bisogna cercare di trasformare ciò che va storto in qualcosa di buono e trarne il meglio.

È un brano autobiografico? Esiste davvero questa Sofia?
Nel disco c’è anche una canzone che si chiama Lucia, e in realtà non esiste nessuna Lucia: parla di mia sorella, ma lei si chiama Paola.
In questo caso Sofia è un bel nome, mi piaceva, e ho pensato che potesse dare un buon vibe al pezzo. La canzone è dedicata a tutte le Sofia del mondo (ride, ndr)

Com’è stato girare il video a L’Avana?
Molto bello, è un posto interessante perché sta cambiando, volevamo andarci proprio prima che cambiasse del tutto e ricordarci di essere stati lì in questo particolare momento storico. Siamo andati anche al concerto dei Rolling Stones.
Nel video ci sono tanti ballerini, abbiamo fatto dei casting trovando i migliori che potessimo desiderare. La location è un vecchio teatro, il tetto era un po’ rotto e – quando il sole entrava – la luce creava degli effetti che sembrano realizzati in post produzione, invece no!

Il singolo è stato prodotto da RedOne, nome che conosciamo per grandi hit riempipista. Come sei arrivato a lui per questa collaborazione inaspettata?
Tutto è partito dall’altrettanto inaspettata collaborazione con Jennifer Lopez. In Italia nessuno voleva sentire la versione di El mismo sol realizzata con lei perché la canzone era già passata (sorride divertito, ndr), ma in Spagna, in realtà, il brano è partito proprio grazie a J.Lo. A quel punto ci siamo detti che avremmo dovuto alzare il livello, così io e i miei due produttori siamo andati 4 giorni a Miami e 3 a Los Angeles a scrivere canzoni lavorando con producer del posto. Il sesto giorno era quello con RedOne e abbiamo scritto Sofia. È stato divertente anche perché lui parla spagnolo.

Il nuovo singolo anticipa una riedizione di Eterno Agosto. Ci saranno altri inediti?
Sì, faremo una re-release con 3 o 4 brani nuovi e ci sarà una sorpresa…

Com’è cambiata la tua vita negli ultimi 12 mesi?
Tanto, è successo tutto molto velocemente, ho anche imparato diverse cose sull’industria musicale, sulla gente, e ho avuto l’opportunità di viaggiare in tanti posti. Sono molto grato di aver fatto questa esperienza. Ora il prossimo obbiettivo è continuare cercando di restare lì dove sono arrivato, che per me è la cosa più difficile.

Immagine di copertina: Brecheis

Emanuele Corbo




5 pensieri su “Alvaro Soler: «Con “Sofia” trasformo la tristezza in energia positiva»”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *